8/7
2003

 

Domenica c'e' stata l'annuale manifestazione folkloristica a Schio. Da un lato i fasci vecchi e nuovi che sfilavano in lugubre corteo fingendo di commemorare le vittime dell'eccidio, dall'altro gli allegri compagni che ascoltavano rapiti i comizi e ballavano in piazza.
Io ed alcuni compagni di giochi abbiamo preferito chiamarci fuori ed assistere silenziosi ed impotenti allo scorrere fin troppo lento e duraturo di cornacchie, ratti e porci che con la loro presenza abbruttivano la nostra gia' triste citta'.
Inutile la provocazione e patetica la contro-provocazione. Unica giustificazione alla mia presenza, come sempre, il pensiero che fin tanto che loro ci saranno, anche noi ci saremo ed esprimeremo il nostro disprezzo. Ne parlero' ancora in un altro momento.

Note estemporanee di zio Lusky:
State alla larga dagli anarchici informali, gli anarchici per bene si riconoscono perché danno sempre del lei e dicono buongiorno, buonasera, prego, si accomodi, e grazie.