26/5
2003

Matrix Reboiled

Sabato sera sono andato infine a vedere Matrix Reloaded. Le mie aspettative erano piuttosto basse, percio' il prodotto non mi ha deluso del tutto. C'erano almeno quattro o forse persino cinque idee carine nella storia, che andavano a pareggiare egregiamente contro quattro o cinque bana/cazza/lita' madornali. Il problema e' che la trama occupa solo una minima parte di questo film; ogni dieci minuti Neo guarda il pubblico e dice: "Sono l'Eletto, ed in quanto tale percepisco con i miei medesimi sensi Risvegliati che il pubblico ha voglia di un'altra scazzottata. Morpheus, riprenderai dopo con le tue cazzate."
Oltre tutto, sentendo i commenti del pubblico, sono quasi certo che avesse ragione Neo: la gente va a vedersi questo film per
1) effetti speciali notevoli
2) calci in bocca, mazzate volanti, capriole in aria con deghejo.
E questo ha avuto. Gli effetti speciali non sono piu' in grado di sorprendere come nel primo Matrix, ma questo e' ovvio. In effetti, mi chiedo se sono stato l'unico ad annoiarsi di fronte a questa overdose di jackiechanismo pindarico. Paz.
Matrix e' e rimane un film assolutamente guajeio, anche a se' stante. Matrix Reloaded non e' altro che Matrix Reboiled: hanno slavato quella "filosofia" che aveva fatto tanto male alle testoline del pubblico "de' massa", rendendola meno pervasiva; hanno tolto il concetto della ribellione contro il sistema e l'hanno sostituito con lo strabollito dilemma sul libero arbitrio; hanno cotto la trama fino a renderla una pappetta servita calda tra un combattimento ed un inseguimento.
Personalmente, se avessi la cassetta o il DVD me lo riguarderei, ma con il pollice pronto sul tasto ff.

Note estemporanee di zio Lusky:
State alla larga dagli anarchici informali, gli anarchici per bene si riconoscono perché danno sempre del lei e dicono buongiorno, buonasera, prego, si accomodi, e grazie.