14/10
2003

 

Ho sempre pensato che prendere in giro e deridere una bestiola ferita fosse un gesto ignobile e crudele.
Di fatto ora so che l'eccezione e' rappresentata dall'orrido gatto della mia ragazza, tornato fisicamente al collasso da una misteriosa missione oltre cortina: artigli spezzati, travaso polmonare, coda infranta ed ammaccamenti vari. Secondo un reportage di Verissimo avrebbe fermato con le zampe nude un autoarticolato della CIA che stava per travolgere un autobus tra i cui passeggeri c'erano Bin Laden e Saddam Hussein, nei pressi di Bratislava.
Scongiurato il pericolo di vita grazie al pronto intervento del dr. Dorian, nel mio cuoricino la compassione e' stata sostituita dalla brama di vendetta. Per troppo tempo quella belva infame mi ha trattato come uno squatter nel suo territorio, snobbandomi e trattandomi con condiscendenza.
Ora lo vedo finalmente strisciare ai miei piedi, supplicandomi per un po' di croccantini, o cercando di corrompermi perche' lo faccia uscire contravvenendo agli ordini medici. La mattina, prima che le mie coinquiline si alzino, e' completamente alla mia merce', finalmente succube dell'autorita' conferitami dalla legge dell'evoluzione! Ed io godo, godo, godo! AhAhAhAhAhAhAHAHAH!

Mi auto-propongo per l'internamento in un ospedale psichiatrico.

Note estemporanee di zio Lusky:
State alla larga dagli anarchici informali, gli anarchici per bene si riconoscono perché danno sempre del lei e dicono buongiorno, buonasera, prego, si accomodi, e grazie.