8/4
2004

Le magnifiche sorti e progressive

Questo secolo ormai avviato mi pone molti inquietanti interrogativi, ma uno su tutti: a cosa diavolo serve un "docciaschiuma"? Mi stato regalato lo scorso natale e mi sono finalmente deciso ad prenderlo in considerazione. All'apparenza, una specie di gel che provoca un po' di schiuma e un po' di profumo. E basta. Il ben noto bagnoschiuma dona almeno la soddisfazione estetica della vasca da bagno piena di bolle, ma le bolle create dal docciaschiuma, va da s, vengono lavate via all'istante. Inoltre il fatto che sia un gel lo rende difficile da distribuire nelle parti glabre del corpo. Insomma, qualcuno sa a cosa serve 'sta roba?

Ma al di l di questo argomento un po' futile, c' un'altro dubbio che mi tormenta le viscere: il balsamo dopobarba. Mi stato regalato anche questo lo scorso natale, assicurandomi che ottimo per le pelli delicate. Chissenefrega, io non ho la pelle delicata e non potrei permettermela considerando che uso le lamette da barba fino alla consunzione totale. In compenso questo balsamo unge le mani in profondit, cos che per tutta la mattina devo stare attento che gli oggetti non mi scivolino di mano. Inoltre rinfrescante, il ch significa che appena esco dalla porta di casa ho la sensazione che il vento mi tagli la faccia. Anche se non c' vento, maledizione. E non parliamo di chi ha avuto la magnifica idea di sostituire la millenaria schiuma da barba con il gel... brrr... anche questo un regalo di natale.

Tutti regali di natale da parte della stessa persona. Mio fratello.

Ci scommetto che lui tutta 'sta roba la utilizza e ne trae grande godimento... mah, proprio vero che i misteri pi grandi si coltivano in famiglia (?!). Comunque non fraintendete, apprezzo il pensiero. Il quale conoscendo mio fratello dev'essere stato, pi o meno: "Tanto lui neanche ci crede in queste cose, ora di punire quel bastardo comunista!"

;)


P.S.: E' uscita la prima lezione del corso di serbo su Ex-Ju, non perdetela.

Note estemporanee di zio Lusky:
State alla larga dagli anarchici informali, gli anarchici per bene si riconoscono perché danno sempre del lei e dicono buongiorno, buonasera, prego, si accomodi, e grazie.