31/8
2004

Insurreziò!



LineaGotica ha proposto la mobilitazione mediatica, Strelnik e Babsi l’hanno accolto e rilanciato, spero insieme a molti altri.

In due parole per i più pigri (agli altri basta cliccare sul banner creato da Strelnik), il governo taglia drasticamente i fondi per i festeggiamenti del 25 Aprile, proprio in occasione del suo sessantesimo anniversario. Che questo sia il preludio per eliminare questa festa, intenzione espressa occasionalmente dai tristi soggetti al potere, non mi sembra un’ipotesi insensata.

Il 25 Aprile è la festa della Liberazione dalle forze nazifasciste. Il 25 Aprile, anche per me, è più importante di tutte le altre feste scarabocchiate sul calendario. Ma se pure non fosse lo stesso per voi, spero riconosciate almeno l’importanza di questo anniversario e contribuiate con i mezzi a vostra disposizione (blog, posta, cazzo almeno ne potete parlare al bar!) a diffondere l’appello, visto che come di consueto i media centralizzati si limitano a bisbigliarne sottobanco.

Note estemporanee di zio Lusky:
State alla larga dagli anarchici informali, gli anarchici per bene si riconoscono perché danno sempre del lei e dicono buongiorno, buonasera, prego, si accomodi, e grazie.