9/7
2004

Trentapuntotre

Oggi sciopero dell’aria condizionata. Manifestanti: me e la mia capa che siccome è democratica dice che sono un suo collaboratore.

Lo dice a chi? Boh, a me. Ciò mi fa sentire realizzato e parte integrante del sistema. Ho una capa con cui collaboro. Wow, non sono uno sfruttato. Sempre meglio che avere un capo.

Oggi sciopero dell’aria condizionata, stiamo riequilibrando il karma cosmico ambientale tramite la nostra sofferenza. La temperatura ha raggiunto i 30.3 gradi un’ora fa e da lì non si muove. Ma non sto male, davvero. Mi sento parte di qualcosa di più grande. Come un granello di sabbia in "Lawrence d’Arabia".

Buon fine settimana, io ho appena finito di stampare una ricca epistolografia balcanica da tatuarmi sulle carni stile "Memento" per non dimenticare nulla, ergo me la squaglio.

Note estemporanee di zio Lusky:
State alla larga dagli anarchici informali, gli anarchici per bene si riconoscono perché danno sempre del lei e dicono buongiorno, buonasera, prego, si accomodi, e grazie.