Frustrazioni provocate dal fatto di andare in ferie in un posto che nessuno conosce né gradisce", come sempre" />

19/7
2004

Appunti per una cartella clinica di successo

Sempre meno giorni mi separano dall’agognata partenza per Belgrado. Alla voce "Frustrazioni provocate dal fatto di andare in ferie in un posto che nessuno conosce né gradisce", come sempre archiviata nella cartella "Ma fatti i cazzacci tuoi" c’è da aggiungere l’ennesima perla, offerta da M.:

"Belgrado? Ma guarda che a Belgrado non c’è il mare!"

Grazie per aver partecipato al nostro gioco... io mica me n’ero accorto guardando la cartina. (sì, ho comprato una cartina geografica della ex-Jugoslavia, sembra che la Serbia da sola non faccia mercato; ho trovato pure, con un po’ di fatica, il dizionario tascabile Serbo-Italiano Italiano-Serbo nel caso il nostro gesticolare non venisse compreso ;-)

Per distrarre dalla mia mente un periodo di doloroso masochismo (il ché è di suo una contraddizione) psichico, sia sabato che domenica ho usato la bicicletta per i miei spostamenti pomeridiani. Facile, direte voi. Facile per voi, replico io che non uso questo ridicolo mezzo di locomozione da anni ed anni ed anni. Sono riuscito ad avere crampi in muscoli di cui ignoravo persino l’esistenza, e tutto questo appunto per dimenticare dubbi sempre più assillanti che mi rimbalzano contro le altrimenti vuote pareti craniche, quali:

Cosa sarà della mia vita quando chiuderanno lo Skiosko?
Cosa sarà della mia vita non appena Nello attaccherà discorso con uno sconosciuto in Serbia o peggio ancora in Bosnia?
Sono alcolizzato?
Sono innamorato?
Dovrei farmi ricoverare per una delle due malattie?
Quel tizio lì, non era alla marcia di domenica? [Risposta: Sì, è un fasciobastardo.]
Ma quello di Isham è un vero cane?
Ma perché tutte queste vecchie mi guardano male? [Risposta: Perchè sono seduto con Nello davanti al kebaparo.]

2 risposte su 9. Non male.

Per concludere, mini siparietto in libreria ieri sera:

Lusky: Ce l’avete "Il secondo sesso" di Simòn De Buvuà? (il francese ed io non abitiamo sullo stesso pianeta)
Commesso: No, guarda, abbiamo venduto ieri l’ultima copia.
Nello: Ah, ma tira ancora la De Beauvoir?
Commesso: A dire il vero, no. Ne avevamo una copia sola, e per puro caso è andata venduta ieri.
Lusky: Mmm... c’è qualcun altro che legge Babsi Jones, in città.
Commesso: ?

Tra l’altro aggiungo che per la felicità di PornoRambo, noto felinofilo, anche il gatto di Babsi ora ha un photoblog. Warhol, il mio bradipo, scalpita.

Note estemporanee di zio Lusky:
State alla larga dagli anarchici informali, gli anarchici per bene si riconoscono perché danno sempre del lei e dicono buongiorno, buonasera, prego, si accomodi, e grazie.