22/10
2004

Esigo almeno Helena Bonham Carter

Ho quasi le lacrime agli occhi. No, non sono in crisi premestruale maschile, della salute di fidel castro mi importa assai poco e non mi ha neppure commosso particolarmente la scondinzolante ritrattazione del giorno sul conto del mercenario/eroe meglio noto come "guardate-come-muore-eccetera". Semplicemente, ho sonno. Mi addormento felice e dopo due, tre, quattro ore al massimo mi sveglio e resto lì ad aspettare l’alba. Non penso a niente, non ho motivi d’ansia
(lo so che vi stavate preoccupando per me, che gentili!)
ma banalmente non riesco a dormire.

Mi sento come il protagonista di fight club all’inizio del film, per dire, tranne che il mio appartamento è già esploso due anni fa. ;-)
Presto comincerò a scoprire lividi inspiegabili il giro per il mio corpo ed un’organizzazione segreta da me capeggiata cercherà di uccidermi.

Oh.

Non mi suonerebbe neppure particolarmente strano, a dire la verità.
Ora: potrei partire con uno sproloquio di venti pagine sui deliri causatimi dall’insonnia. Non lo farò, tirate il fiato. Se qualcuno avesse curiosità insoddisfatte su questo argomento, si tolga i vestiti, si infili una boccia per pesci in testa e se ne vada così abbigliato a fare la spesa in un affollato centro commerciale. Non ne saprà affatto più di prima sull’insonnia, ma sarà diventato un idolo situazionista per le masse e questo è molto più appagante.

Nel frattempo, l’amico PornoRambo credo si sia spostato allo SMAU, Grifo dovrebbe essere di ritorno dalla Lituania, io dovrei cercare almeno di andare a trovare l’amico Kandinsky. Mi mancano informazioni sugli altri sei miliardi di abitanti di questo pianeta, scusate.

Mi rattrista notare come molti si siano dimenticati di fare gli auguri al mio cane, che ha compiuto gli anni due giorni fa. Eppure è così popolare, nel suo piccolo mondo di cane.

Note estemporanee di zio Lusky:
State alla larga dagli anarchici informali, gli anarchici per bene si riconoscono perché danno sempre del lei e dicono buongiorno, buonasera, prego, si accomodi, e grazie.