3/9
2004

C’è il papa, in giro?

Nel triste borgo natio, intendo.

Perché ieri è morto il carismatico veggente, già grigio funzionario DC negli anni sessanta/settanta, che con le sue stupefacenti visioni della Madonna ha trasformato il barrio accanto al mio in una succursale di Medjugorie. Mentre io pigramente mi chiedo quali evoluzioni subirà ora il business della fede, che peraltro si è sviluppato allegramente anche durante l’assenza del veggente causa malattia, il paesino si sta presumibilmente riempiendo di fedeli straziati venuti a porgere sincero omaggio. Sorge quindi spontaneo il dubbio: chi c’era in quella macchina blindatissima con targa strana che ho incrociato questa mattina mentre scendevo al mio abituale luogo di lavoro salariato? Ché la macchina in sé non mi avrebbe neanche colpito particolarmente, non fosse stato per i carabinieri che la precedevano (numero: 1 vettura) e per quelli che la seguivano (numero: 1 camionetta, 1 jeep, 3 autobus militari). Un ministro? Il polacchissimo? Qualche paraculo ministeriale?

Perché se smuovono un casino simile solo per un vescovo o un sottosegretario, io pretendo almeno una guardia forestale in bicicletta che mi accompagni a fare la spesa.

A prescindere da tutto questo vi informo anche che: l’attrice (?) Scarlet Johansson definisce Venezia "Una città di una bellezza criminale, lo scorso anno quando sono venuta per la prima volta e’ stata quasi scioccante" come riferito con orgoglio anche dal radiogiornale regionale. Io preferisco ancora definirla come "la più bella fogna a cielo aperto del mondo occidentale", ma mi inchino di fronte alla nuova maître à penser.

Note estemporanee di zio Lusky:
State alla larga dagli anarchici informali, gli anarchici per bene si riconoscono perché danno sempre del lei e dicono buongiorno, buonasera, prego, si accomodi, e grazie.