1/9
2004

Ancora intimismo?

No, per carità, che poi mi s’intristisce il bradipo ed oggi io e lui abbiamo di che essere allegri nonostante tutto.

Ieri serata di deliri e cazzate al limite della pornografia intellettuale, cose davvero disgustose, incredibile che possano trasmettere in pubblico spettacoli tanto osceni. Poi mi dico: ma perché me ne sto qui a vedere la convention dei Repubblicani americani?

Molto meglio una rassegna sugli esordi dell’erotismo al cinema (da Marilyn Monroe a Jean Genet per concludere con i cartoni animati porno di sessant’anni fa) contornati da buona musica dal vivo. Non proprio il massimo, ma sempre meglio che ascoltare Swartzy fare la parodia di se stesso.

Oggi si apre Settembre, un mese che già si profila pieno di grandi impegni ed io mi chiedo se sia legittimo essere così tanto uomo di mondo, considerando che io il militare a Cuneo non l’ho neanche fatto. Contemporaneamente si apre la 61esima Polemica del Cinema (a cui non mi hanno invitato, curiosamente).
E per il resto, tutto come sempre: tutto cambia.

Note estemporanee di zio Lusky:
State alla larga dagli anarchici informali, gli anarchici per bene si riconoscono perché danno sempre del lei e dicono buongiorno, buonasera, prego, si accomodi, e grazie.