2/2
2005

Nel caso vi fosse sfuggito [featuring human clock]

Non ricordo chi lo disse, che l’abitudine di leggere i giornali al mattino serve a caricarci di ansia ed aggressività così da cominciare la giornata come mammiferi efficienti e competitivi. Leggessimo qualche pagina di un libro, proseguiva quel tale, saremmo troppo rilassati e finiremmo con l’essere sopraffatti da altri mammiferi bipedi più ansiosi ed aggressivi.
Probabile. Leggo il giornale di oggi e vengo a sapere che un vecchio e potente capo di stato straniero che si spaccia per paladino degli umili e degli oppressi viene a farsi ricoverare in italia, occupando ben due piani di un noto policlinico. Giornalisti e curiosi lo assediano, le cosiddette forze dell’ordine lo proteggono, tutti i media fanno aggiornamenti ogni dieci minuti sul suo stato di salute. Dicono che gli manchi il fiato. Beh, anche a me, francamente.
Vengo a sapere che dopo la giustizia ad aliquote, ora ci offrono anche la giustizia a richiesta (inutile specificare di chi, la richiesta). In futuro, non mi stupirebbero processi via internet e condanne inflitte con un clic del mouse dagli spettatori. Tu chiamala, se vuoi, democrazia.
Vengo a sapere che secondo il ministro il blocco dell’A3 è un evento raro e straordinario che si ripete raramente e straordinariamente ad ogni esodo estivo e ad ogni nevicata invernale, per colpa degli italiani che si ostinano ad andare dove il ministro non gradisce. Inutile cercare responsabilità, come sempre.
Vengo a sapere che qualcuno oggi si chiede "Chi si aspetterebbe di essere rapinato in piazza san marco?"
Chiunque abbia mai provato a prenderci un caffè, ad esempio. Io mi chiedo piuttosto chi non si aspetta di essere rapinato, in piazza san marco.
Vengo a sapere che il Lestofante Capo ribadisce il rischio a cui la democrazia italiana (per così dire) è tuttora sottoposta a causa dei comunisti, elogia san bettino martire e propone magnanimamente il dialogo a "tutti quelli che hanno a cuore la libertà". Stranamente non cita tra questi la mussolini, che gli ha dato il due di picche nonostante i serrati corteggiamenti.

E qui, meglio fermarsi mi sento già abbastanza aggressivo. Non voglio neppure sapere cosa accadesse in quella classe di mantova perché una maestrina spaventata dovesse ricorrere ai vigili urbani per riprendere la lezione. Consoliamoci piuttosto constatando come, almeno, ci sia ancora dell’autentico genio in circolazione.

Note estemporanee di zio Lusky:
State alla larga dagli anarchici informali, gli anarchici per bene si riconoscono perché danno sempre del lei e dicono buongiorno, buonasera, prego, si accomodi, e grazie.