18/3
2005

Il Cavalier Non/notizia

La primavera ci rende sonnolenti ed è sempre più difficile seguire il filo del frenetico susseguirsi di eventi in politica interna. Per venire incontro alle vostre esigenze di cittadini informabili, KarmaChimico vi offre in anteprima assoluta il piano delle prossime smentite del cav. Banana:

- Smentire che la maggioranza di governo stia attraversando un periodo di difficoltà
("Queste sono illazioni della stampa bolscevica.");

- Smentire che calderoli abbia mai dato le dimissioni
("Ma se non sa neanche scrivere il proprio nome, figuriamoci una lettera di dimissioni, via!");

- Smentire che la lega abbia mai fatto parte della maggioranza di governo
("Ma scherziamo? Fin dal ribaltone del ’94 ho sempre detto che non avrei più stretto accordi con la lega. Cosa vi inventate, adesso?");

- Smentire di aver smentito che la lega abbia mai fatto parte della maggioranza di governo
("Qui qualcuno ha le traveggole, cribbio. Ma si può poi sapere cos’è questa lega?");

- Smentire di aver detto che le elezioni regionali abbiano un peso politico
("Ma dai, lo sappiamo tutti che sono una cosa locale, così, tanto per fare.");

- Smentire di aver mai promesso che nel 2006 ci saranno altre elezioni politiche
("Resto al governo io, cosa dovrei riferire al parlamento? Che non cambia nulla? Ma è una non-notizia!");

- Smentire che l’italia abbia mai avuto una costituzione valida
("E’ chiaramente stata scritta sotto la minaccia delle armi sovietiche e con l’avvallo della magistratura");

- Smentire che l’italia sia mai stata una repubblica
("Quella cosiddetta repubblica è stata solo una fase transitoria, un oscuro periodo di regime comunista come si può evincere fin dal nome, che per fortuna ora può dirsi luminosamente conclusa grazie a me");

- Smentire che l’italia abbia mai avuto la forma di uno stivale
("Considerando che la calabria l’ho appena regalata al mio amico Jorgi Bush, non capisco dove ci vediate uno stivale");

- Smentire che la terra giri attorno al sole, quand’è così evidente che è il sole a girare attorno a lui
("Ma queste sono cose che si studiano a scuola!").


Altolà, moralisti! Vi viene il dubbio che il Lestofante Capo abbia mentito, mentirà in futuro e con ogni probabilità stia mentendo anche in questo momento? Sbagliate. Fate più attenzione a quando parla: tiene sempre le dita incrociate dietro la schiena, per cui il suo comportamento è eticamente ineccepibile.

E anche se non c’entra nulla, le dite incrociate oggi le teniamo pure noi, però per solidarietà con un’amica che si laurea. Anche ieri si è laureato un amico e noi si è incrociati le dita. Lunedì si laurea Bulus e noi si va a prenderlo in giro, umiliarlo pubblicamente e bere a sue spese: non tutti se la cavano con un’incrociata di dita.

Note estemporanee di zio Lusky:
State alla larga dagli anarchici informali, gli anarchici per bene si riconoscono perché danno sempre del lei e dicono buongiorno, buonasera, prego, si accomodi, e grazie.