questo gruppo di cattolici divertenti che suonano bonghi e tamburi come si usava quando noi, giovani canaglie, c" />

9/7
2007

Bosnia for drunkies

Sabato comincia con questo gruppo di cattolici divertenti che suonano bonghi e tamburi come si usava quando noi, giovani canaglie, ci ritiravamo nelle nostre piccole personali feste nei boschi a stonarci di vino a buon mercato e spezie assortite e finisce, numerosi boccali di birra dopo, con una pagina vergata in calligrafia ubriaca.
A quanto mi è dato di capire, dovrebbe riguardare l’ordinamento costituzionale della Bosnia:

Sono scoppiate guerre per molto meno

(L’ho tradotta dal bradipesco ubriaco all’italiano per vostra comodità, casomai voleste far colpo su qualche mujaheddin balcanico)

Seguono sul taccuino due buffe stilizzazioni della bandiera bosniaca (presumo: ci sono un rettangolo, un triangolo, stelline varie) qui non riprodotte per non mettere in imbarazzo eventuali lettori bosniofili.

Ne deduco di aver trascorso la serata con Nello, futuro candidato a Mister Bosnia nel Mondo.

Note estemporanee di zio Lusky:
State alla larga dagli anarchici informali, gli anarchici per bene si riconoscono perché danno sempre del lei e dicono buongiorno, buonasera, prego, si accomodi, e grazie.