4/7
2007

La piccola bottega dell’illusionismo

Venghino, signori, venghino. Alla vostra sinistra, un film di illusionisti ambientato a fine ’800, con le carrozze, i cappelli a cilindro e tutto quel genere di cose. Alla vostra destra, invece...

Nome: The Prestige Nome: The Illusionist
Uscito quando: 2006 Uscito quando: 2006, poco dopo
Ambientato dove: Londra Ambientato dove: Vienna
Ambientato quando: Fine ’800 Ambientato quando: Fine ’800
Protagonisti: due illusionisti Protagonisti: un illusionista
Antagonista: per ciascuno dei due, l’altro illusionista. E Thomas Edison, naturalmente. Protagonisti: un principe austriaco violento, dispotico e saccente. Con i baffi, naturalmente.
Cosa succede: due illusionisti si fanno scherzi da prete a vicenda, senza disdegnare un piccolo omicidio. Cosa succede: un illusionista ed un principe baffuto fanno a gara a chi la sa più lunga, senza disdegnare un piccolo omicidio.
Il tutto raccontato tramite: un lungo flashback. Il tutto raccontato tramite: un lungo flashback.
E a questo punto, chiediamo che siano aboliti dal cinema: i lunghi flashback. E a questo punto, chiediamo che siano aboliti dal cinema: i lunghi flashback.
Comunque la causa di tutto é: una donna morta. Comunque la causa di tutto é: una donna morta.
L’omicidio che sembra vero invece é: finto. L’omicidio che sembra vero invece é: fintissimo.
E chi se lo sarebbe mai aspettato? Tutti. E chi se lo sarebbe mai aspettato? Tuttissimi.
Gli spettacoli di magia sono: affascinanti, realistici, alla fine però si capisce tutto. Gli spettacoli di magia sono: spettacolari, irrealistici, alla fine non si capisce una fava.
Se ne deduce che: l’ossessione, ehm, è una brutta cosa, ed è meglio stare alla larga dagli illusionisti. Se ne deduce che: è meglio stare alla larga anche da Edward Norton: con questo film la sua carriera ha toccato il punto più basso dalla recita scolastica di terza elementare.
E comunque manca: il trucco del coniglio dal cappello. E comunque manca: il trucco del coniglio dal cappello (eh sì, ci tenevo proprio).
E David Bowie che interpreta Nicky Tesla? Spero abbia devoluto il compenso in beneficenza. E David Bowie che interpreta Nicky Tesla? Beh, insomma... Almeno qui, per fortuna, non c’è.
Ma insomma, ’sto film, com’è? Mah, caruccio, abbastanzina... però David Bowie canta meglio di quanto reciti. Ed anche la Scarlet Johansonn, se è per questo. Ma insomma, ’sto film, com’è? Mah, noioso, abbastanzina... in qualche modo, mi pareva di averlo già visto. Qualcuno fermi Ed Norton prima della rovina.

Note estemporanee di zio Lusky:
State alla larga dagli anarchici informali, gli anarchici per bene si riconoscono perché danno sempre del lei e dicono buongiorno, buonasera, prego, si accomodi, e grazie.