28/1
2009

E ha i baffi

Ieri sera mi chiama una tizia e mi chiede se avevo voglia di rispondere ad alcune domande per un sondaggio, come no, le rispondo, dopo aver accertato che non lavori per la CIA, o per mediaset/governitaliano, o per l’opus dei, e allora questa comincia a farmi domande sulle prossime venture elezioni amministrative, se so chi sono i candidati, se provo attrazione fisica per uno di loro, chi mi piacerebbe avere come sindaco, chi ho votato alle ultime amministrative, alle politiche, alle provinciali, la prima volta che sono andato a votare, e quand’è stato, e cos’ho provato, che titolo di studio ho, quanti anni sono stato fuoricorso, se ho i baffi, cosa ne penso della salute di stiv jobs e cos’avevo mangiato per cena, per concludere una decina di minuti ed un centinaio di domande dopo che non solo ero stato l’unico del Triste Borgo Natio ad accettare di rispondere, che siamo strunzi, ma anche che ero stato l’unico da lei intervistato ad arrivare fino all’ultima domanda, e l’ultima domanda era "Con quale frequenza si reca a messa o alle funzioni religiose del suo rito?".

Giusto per dire, se da un sondaggio di prossima pubblicazione risulta che il 100% degli italiani non va in chiesa "Mai, assolutamente mai" sapete chi ringraziare.

Note estemporanee di zio Lusky:
State alla larga dagli anarchici informali, gli anarchici per bene si riconoscono perché danno sempre del lei e dicono buongiorno, buonasera, prego, si accomodi, e grazie.