5/12
2008

E uno skate-park in piazza San Pietro

Forse esprimo un’opinione controcorrente per i lettori abituali di questo bloggo*, notoriamente il cren de la creme dell’intellettualità progressista, ma secondo me farebbero davvero meglio a vietare la costruzione di nuove moschee. Mica per dare contro al Vaticano, sciocchini, e neanche per il puro gusto di rompere le palle al prossimo, nonostante entrambe le motivazioni abbiano un certo peso nell’influenzare la mia opinione. Tanto meno perché questi luoghi di culto potrebbero diventare la fucina di nuove temibili organizzazioni terroristiche, quelle sono le classiche sparate di chi non sapendo fare indagini, processare ed eventualmente condannare i colpevoli preferisce la scorciatoia della generalizzazione e della punizione preventiva. Ma niente di tutto questo mi tange, scoglio nella tempesta io sono.
No, il problema è che questi luoghi di culto sarebbero nella maggior parte dei casi adibiti proprio a luoghi di culto, ed in italia ce ne sono già fin troppi. Anzi, io vieterei anche la costruzione di nuove chiese, e di templi, santuari, capitelli. Chiuderei subito quelli ora esistenti, trasformandoli per esempio in musei, biblioteche, palestre... Cinema. Perché no? A tutti piace il cinema. E la libertà di religione, mi chiederanno i miei piccoli amici? In culo, risponderei io. Ma la religione è una relazione tra la divinità ed i credenti, risponderei io, mica ha bisogno di essere costretta in uno spazio fisico, sacrificata tra quattro (o più) mura. Praticatela all’aperto! Gioite assieme al Creatore ed approfittatene per ringraziarLo dell’inverno incombente! Scoprite un nuovo ecumenismo radunandovi tutti assieme - cristiani, musulmani, induisti, shovinisti e buddisti - in qualche grande piazza, o in mezzo ai boschi, o nelle catacombe, come quando credevate davvero a ciò che professavate! Vivete come i gigli nei campi e gli uccelli nel cielo, e smettetela di rompere i maroni e di evadere l’ici.





* io, PornoRambo, e l’ufficio delle Nazioni Unite di Ginevra. A quanto pare l’ONU ha preso il posto del mio cagninzio recentemente scomparso**.
** nel senso di morto, non di scomparso.

Note estemporanee di zio Lusky:
State alla larga dagli anarchici informali, gli anarchici per bene si riconoscono perché danno sempre del lei e dicono buongiorno, buonasera, prego, si accomodi, e grazie.