28/4
2010

Giorno e giornamenti

Nelle ultime settimane la cronaca ci ha dato diverse soddisfazioni: i preti pedofili, il vulcano islandese, Fini che cerca di tirare sul prezzo dimenticando che il suo padrone è un professionista del mercato delle vacche. Ma non sempre si può ridere e scherzare sulle disgrazie altrui, a volte è necessario anche occuparsi di cose più futili. Per esempio, a causa di questa grave crisi che sta per ucciderci tutti, quest’anno le vacanze in Grecia costeranno di più o di meno?

Apocalipsi Nau, regia di Francis Ford Coppola, musiche dei Doors. Il film comincia con una giungla incendiata e degli elicotteri e sotto la musica dei Doors. Il film è costato tantissimo, solo di elicotteri sicuro più di un milione di dollari.

In questo periodo leggo poco, non ho molto tempo. Però leggo bene, mi sto dedicando a quel poderoso "2666" di Bolaño che per qualche motivo non avevo mai sentito nominare fino a pochi mesi fa ed ora continuo a trovare dappertutto. Beh, scriveva da dio, è una vergogna che lui sia morto, però intanto che io mi faccio strada tra le novecento e rotte pagine del suo capolavoro altri libri continuano ad accumularsi intonsi sullo scaffale (quello vero) ed io non avrò abbastanza vita da leggerli tutti. Sul serio, ragazzi, smettetela di scrivere, o meglio ancora trovatemi un lavoro in cui io sono pagato per leggere oziosamente tutto il giorno.

Marlon Brando è Kurtz, ed è praticamente il protagonista. Infatti il vero protagonista non me lo ricordo, perché è diciamo un pretesto, diciamo un tramite, per arrivare al vero protagonista che è Marlon Brando, che muore mentre uccidono un bue. Fatto apposta, notare bene.

Questo fine settimana l’ho dedicato interamente ad uno stage di tai chi con un maestro cinese estremamente bravo, che pratica uno stile estremamente interessante e che, a differenza della maggior parte dei maestri di arti marziali, sa anche parlare bene e spiegare i principi ed i fondamenti teorici di quello che pratica. Ora potrei intrattermi per ore ad illustrare nel dettaglio tutte le mie riflessioni sul Chen metodo Hong, sul tai chi e sui diversi scopi di chi pratica un’arte marziana, in fondo è il mio stupido bloggo e ci posso fare quello che voglio, ma ne verrebbe fuori un discorso molto lungo e mortalmente noioso per chiunque non sia me.

Apocalipsi Nau configura la scena di una sfida, la sfida dell’uomo con la natura, e poi, mmm, la sfida dell’uomo con la natu... E qualcosa che c’entra con un serpente.

Il 2 Settembre a Bologna suonano gli Arcade Fire, uno dei migliori gruppi di questi ultimi anni, secondo uno dei migliori blogger che state leggendo in questo preciso momento. Io chiaramente non ho la più pallida idea di cosa farò il 2 Settembre ma mi piacerebbe molto essere a quel concerto, per cui so che invece succederanno contemporaneamente una o più delle seguenti catastrofi: Pornorambo che decide di sposarsi proprio quel giorno, parenti o altri animali che soccombono, Gravi Impegni di Lavoro, influenza, casa crollata, terremoto, una tremenda inondazione, le cavallette! Ma almeno è bello saperlo con quattro mesi di anticipo.

Questa non è una società meritocratica, comunque.

Note estemporanee di zio Lusky:
State alla larga dagli anarchici informali, gli anarchici per bene si riconoscono perché danno sempre del lei e dicono buongiorno, buonasera, prego, si accomodi, e grazie.