13/3
2014

God’s in his Heaven, all’s right with the world!

Prima di twitter, facebook e tutte le meravigliose minchiatine che ci sono adesso, c’erano i blog. Come questo. Prima dei blog, c’erano dei siti monotematici con orribili contrasti di colore, immagini ottimizzate per i 56K e gif animate come pulsanti. Prima c’erano i dinosauri o gli angeli o roba del genere. Io ho cominciato a giocare sull’internet appena dopo i dinosauri, proprio da uno di quei cosi lì, un sito dedicato interamente ad un geniale cartone animato giapponese: Neon Genesis Evangelion. Oh, Gisù. Io seguivo la parte tecnica perché volevo imparare l’html e far diventare daltonica la gente, mentre l’amico Nello scriveva deliranti articoli di approfondita analisi psicologica. Non so se sto rendendo abbastanza bene l’entità del dramma. Ho molte giustificazioni per questa cosa: l’età, le torri gemelle, la noia, la droga, Rei Ayanami. Per fortuna è tutto morto e sepolto da tempo, sprofondato nell’oblio della rete insieme ad una qualche piattaforma gratuita e ad un indirizzo e-mail scaduto.

Sprofondato nell’oblio più nero.

Là dove solo Nello poteva ricordarlo, dove solo lui poteva chiedermi di andarlo a riesumare, per "nostalgismo".

Nostalgismo. Assaporatene per un attimo il suono tra i denti.

Vedete che la gente in fondo in fondo non cambia? Io sempre per "nostalgismo" ho frugato tra i miei dischi di backup del duemiladdue ed ho ripescato tutti i file del vecchio sito, articoli deliranti, gif animate e font fucsia compresi. Ho fatto di più di ripescarli: li ho rimessi online, senza modificare un solo pixel sbavato. "Waiting for Second Impact" è tornato. Il duemiladdue è tornato. Gli angeli sono tornati.

Note estemporanee di zio Lusky:
State alla larga dagli anarchici informali, gli anarchici per bene si riconoscono perché danno sempre del lei e dicono buongiorno, buonasera, prego, si accomodi, e grazie.