16/4
2014

L’uomo senza senno

Queste notti di luna piena stanno interferendo con il mio ciclo insonnia-veglia. Mi sveglio, vedo la luce filtrare dalle imposte, credo sia l’alba e mi preparo a trasformarmi in un membro produttivo della società occidentale. È l’una di notte. Per le sette sono un vegetale. Non stupitevi se la società collassa, comincio già a vedere Tyler Durden con la coda dell’occhio.

Potrei fare appello alla famosa intelligenza collettiva della rete per suggerimenti su come dormire meglio, ma so che ne ricaverei solo un lungo elenco di nomi commerciali delle vecchie benzodiaze. Aiutatemi piuttosto a risolvere un problema completamente diverso: negli ultimi mesi ho avuto poco tempo e passione per ascoltare musica nuova, non so neanche cosa sia uscito, e vorrei colmare questa mia lacuna perché la roba che ascolto ormai è un po’ muffosa. Accetto qualsiasi consiglio da chiunque, compresi anonimi e musicisti in incognito, prometto almeno un ascolto a tutto ed una ricompensa simbolica al primo classificato.

Note estemporanee di zio Lusky:
State alla larga dagli anarchici informali, gli anarchici per bene si riconoscono perché danno sempre del lei e dicono buongiorno, buonasera, prego, si accomodi, e grazie.