12/6
2009

O forse Leopardi era emo e Foscolo goth

E allora, cos’è successo il 25 Aprile del ’45?
Uhm... Hiroshima e Nagasaki?
No. Cos’era la repubblica di Salò?
Beh, è ovvio. C’era questo tipo, Salò...
Il sig. Salò?
E’ giusto?
No. Decisamente no. Salò è un posto.
Ah.
E l’8 Settembre del ’43?
...Hiroshima e Nagasaki?
No. Ma quand’è cominciata la sai?
Uhmm... certo... negli anni Quaranta?
No.
Cinquanta?
No.
Allora negli anni ’30.
Con l’invasione di...?
Hiroshima e Nagasaki?
No.
So meglio la prima.
OK. La battaglia di Caporetto?
E’ stata una battaglia tra gli italiani e i crucchi, ed i crucchi gliene hanno date tante agli italiani, ma poi hanno perso.
Chi ha perso?
I crucchi.
A parte che non erano crucchi...
Austriaci, vabbè.
...il fatto che sia nota anche come "la disfatta di Caporetto" ti dice niente?
Oh. Hanno perso gli italiani?
Così pare. Passiamo alla geografia?
La geografia non la so molto bene.
Beh, dov’è la Calabria?
Ma non ci chiedono le regioni d’Italia! Ci chiedono l’Africa, l’Asia...
OK, dov’è la Nuova Zelanda?
In Asia.
No.
Ah, giusto. In Oceania. Comunque sono lì. Però so tutti i fiumi.
Bene, qual’è il fiume più lungo dell’Africa?
Il Nilo, ovvio.
E dove sono le sorgenti del Nilo?
Ma in Egitto, dai!
No.
No?
No.
Passiamo alla matematica?
Ehm... no. Passiamo alla letteratura. Chi hai fatto?
Leopardi, Manzoni...
Leopardi, cosa sai?
Quella dell’Ermo Colle, "A Silvia", quella della siepe...
La siepe?
Quella della siepe che gli nascondeva il paesaggio.
Ah, è la stessa del colle.
Ah, sì, giusto.
E del Carducci?
Quella cosa di suo padre morto, della cavalla che lo riporta a casa...
Giusto, com’era...? Oh cavalletta cavalletta storna...
Quella.
Aspetta, non era una cavalletta. Era una cavallina. Fosse stata una cavalletta, il cadavere sarebbe caduto a terra subito. E il Pascoli?
Sì, anche il Pascoli.
E cos’ha scritto il Pascoli?
Ehm...
Ma sai che non me lo ricordo neanch’io? So che ce l’aveva con un fanciulletto...
Non mi ricordo.
Neanch’io. Il Pascoli è inutile, poi chi altro c’è?
Quello di Fiume.
Il D’Annunzio. Uno stronzo, lascia stare. Il Foscolo l’avete fatto?
Mi pare... quello che era nato in Grecia e scriveva le lettere?
Sì. Quello era un emo.
Un emo? Ma non era Leopardi un emo?
Mannò, Leopardi almeno aveva una sua dignità, il Foscolo passava le giornate nei cimiteri ad invidiare i morti e lamentarsi.
Comunque Pascoli...
Pascoli era proprio inutile, mi chiedo perché sia finito nei libri di letteratura.



[Mi sento così realizzato, a bullarmi della mia cultura nozionistica terrorizzando un ragazzone di quattordici anni che dovrebbe preparare gli esami. Al terzo Hiroshima e Nagasaki, peraltro, ho cominciato a servirmi pastis ghiacciati, e questo spiega per esempio la cavalletta storna.]

[Comunque c’è da dire che mentre io lo sottoponevo a questa indegna tortura, lui ha continuato ininterrottamente a scrivere e ricevere sms, probabilmente fidanzandosi con due o tre ragazze o scrivendo un saggio di trecento pagine sulla coltivazione della cannabis, quindi moralmente la vittoria è sua.]

Note estemporanee di zio Lusky:
State alla larga dagli anarchici informali, gli anarchici per bene si riconoscono perché danno sempre del lei e dicono buongiorno, buonasera, prego, si accomodi, e grazie.