Un fatto poco conosciuto della vita del prof. J.S. Maloroso è la su" />

3/2
2010

Teoria dell’Espansione Talamica Relativa del Gatto Domestico in Condizione Ipnotica

Il giovane prof. MalorosoUn fatto poco conosciuto della vita del prof. J.S. Maloroso è la sua ingegnosa ricerca di regole matematiche che potessero applicarsi ad alcuni eventi comuni della vita quotidiana, così da trasformare la fredda materia accademica in scintillante progresso. Spesso le sue teorie venivano tuttavia accolte con scetticismo se non con retrograda ostilità; una tale reazione oggi può apparire anche comprensibile considerando l’originalità di alcune delle ipotesi avanzate dal Maloroso, basate tanto su un’eccezionale dose di intuito quanto su un rigoroso metodo sperimentale, ma intellettualmente troppo dirompenti per le convenzioni scientifiche della sua epoca. Per esempio, in occasione del IV Convegno Europeo di Matematica svoltosi a Stoccolma nel 1883, egli presentò la sua illuminante "Teoria dell’Espansione Talamica Relativa del Gatto Domestico in Condizione Ipnotica", che sostanzialmente recita così:

"Dati una superficie orizzontale X

Superficie X

ed un comune felino domestico Y di massa e dimensioni costanti

Gatto

Y posto su X, senza produrre alcun movimento apparente, tenderà ad occupare tutto lo spazio disponibile entro un lasso di tempo T, seguendo una progressione del tipo:

T1 T2









T3 T2









che per T tendente ad infinito, ma comunque inferiore alla durata di una notte invernale, conduce inevitabilmente alla conclusione

T tendente ad infinito

come riassunto dalla formula:

Y/X * T= Y.
"

Fu con questa teoria che il prof. Maloroso, allora poco più che trentenne, attirò l’attenzione dell’esimio collega Alfred Nobel, il quale gli scagliò contro un candelotto di dinamite.

Note estemporanee di zio Lusky:
State alla larga dagli anarchici informali, gli anarchici per bene si riconoscono perché danno sempre del lei e dicono buongiorno, buonasera, prego, si accomodi, e grazie.