L’accoglienza alquanto tiepida con cui l’ambiente accademico aveva accolto" />

12/7
2011

Teoria dell’espansione spiraliformica di una coppia di gatti domestici in condizione ipnotica

Il giovane prof. MalorosoL’accoglienza alquanto tiepida con cui l’ambiente accademico aveva accolto la sua "Teoria dell’espansione talamica relativa del gatto domestico in condizione ipnotica" spinse il prof. Maloroso a concentrare i propri studi su argomenti di maggior interesse scientifico (o "più mainstream", come lui amava definirli) quali l’antimateria, gli universi multipli e la scissione degli elettroni usando solo semplici arnesi da cucina. Giudicando tuttavia eccessivamente frivole queste materie, non mancò molto prima che egli sentisse ardere in petto il desiderio di una rivalsa. Quello che aveva lasciata perplessa la comunità scientifica, aveva concluso il Maloroso, era stata senza dubbio l’eccessivo numero di incognite presenti nella teoria: l’impercettibile movimento felino che spinge un gatto a reclamare come propria l’intera superficie di un letto scacciandone i precedenti occupanti seguiva uno schema logico, o era solo dettato dal caso? "Non può essere un caso," si rispose da solo il Maloroso non avendo trovato nessun interlocutore alla propria altezza, "Dio non gioca a dadi".

(fun fact: un giovanotto che passava in quel momento sotto le finestre del laboratorio del prof. Maloroso sentì questa esclamazione e, colpito, se la appuntò per rivenderla più tardi come sua. Quel giovanotto, come avrete intuito, altri non era che Peter Tomaslowsy, il ghost-writer di Albert Einstein.)

Per approfondire i propri studi Maloroso decise di introdurre una nuova variabile, secondo il noto principio scientifico che quando non si capisce un cazzo di qualcosa è sempre meglio aggiungere un’altra variabile e sperare che si ammazzino tra di loro. Dopo aver sedotto con il proprio baffetto languido la ricca vedova di un fazendero brasiliano, almeno stando a quanto riportano i fotoromanzi dell’epoca, nel 1887 l’eminente professore riuscì ad investire un ingente patrimonio nelle proprie ricerche e aggiunse un secondo esemplare di Felis silvestris catus al talamo su cui conduceva la maggior parte dei suoi esperimenti. I risultati, come esemplificato da questo raro filmato d’epoca, furono sorprendenti:

Teoria dell’espansione spiraliformica di una coppia di gatti domestici in condizione ipnotica








La successiva rivoluzionaria "Teoria dell’espansione spiraliformica di una coppia di gatti domestici in condizione ipnotica", che per un certo periodo in Wyoming venne insegnata al posto dell’evoluzionismo, recitava così: "Dati una superficie orizzontale X, un comune felino domestico Y di massa e dimensioni costanti ed un altro felino Y2 più giovane, Y e Y2 posti su X, senza produrre alcun movimento apparente, tenderanno ad occupare tutto lo spazio disponibile entro un lasso di tempo T muovendosi lungo un’ipotetica spirale di Fibonacci e tutto questo Signori Miei è meraviglioso, come riassunto dalla formula:

Y + Y2 / X * T = Fibonacci :-) "

Pare che questa teoria, pur suscitando all’accademia dei Nobel un clamore ed un dibattito non certo inferiori alla precedente, valse al prof. Maloroso il soprannome di "Baffetto Languido".

Note estemporanee di zio Lusky:
State alla larga dagli anarchici informali, gli anarchici per bene si riconoscono perché danno sempre del lei e dicono buongiorno, buonasera, prego, si accomodi, e grazie.