17/2
2009

The Sardinian way of life

Ecco, ci siamo giocati anche la Sardegna. Cioé, se la sono giocata loro, che io mica giocavo, e neanche ci volevo giocare, e comunque non è un gioco, però considerando che Soru non era male e qualsiasi scherano del Lestofante Capo invece è IL male e che una volta sono andato in ferie in Sardegna, posso tranquillamente sentire questo evento come una mia tragedia personale ed affermare di conseguenza che ce la siamo giocata. La Sardegna. Alle elezioni regionali, intendo, se non avete ancora letto il giornale. Se questa non è una dimostrazione della vocazione quasi sovrannaturale del PD alla sconfitta, allora non so che cos’è, ma certo se va avanti così ora delle Europee si potrebbero pentire di quella famosa soglia di sbarramento al 4%. Ed ora, più cemento per tutti.

Note estemporanee di zio Lusky:
State alla larga dagli anarchici informali, gli anarchici per bene si riconoscono perché danno sempre del lei e dicono buongiorno, buonasera, prego, si accomodi, e grazie.