una cui amabile recensione potet" />

24/5
2004

Mc Iliad (con la partecipazione speciale degli X-Men)

"Cantatemi, o divi, l'ira funesta del Depilato Achille...", questo avrebbe dovuto essere l'incipit del kolossal stronzat Troy, una cui amabile recensione potete leggere qui, frutto anche della collaborazione degli amici PornoRambo, Nello, PierBulus e Alberto che ho trascinato meco nell'ade cinematografico e dell'inconscio supporto del lontano GMGaster le cui osservazioni sul film ("Si vede il culo nudo di Elena!") mi hanno dato coraggio durante la visione.

A lato, questo fine settimana funesto per il cinema ha visto anche la vittoria a Cannes del discutibile Michael Moore, da me personalmente ribattezzato "l'infame" a causa delle sue sbarazzine alleanze politiche e del suo populismo d'assalto. Mi dispiace che Kar-Wai, con il suo nome da cavaliere Jedi, sia rimasto a bocca asciutta (non ho visto "2046" ma conoscendo il regista sono quasi certo che sia un film stupendo) e mi dispiace pure per Kosturica che Ŕ stato per lo pi¨ passato sotto silenzio e per Babsi Jones che nonostante tutto ci sperava (per Kosturica, purtroppo che io sappia Babsi Jones film a Cannes non ne ha ancora portati). Mi dispiace, infine, per Ghost in the shell 2: Innocence, che avrebbe avuto maggiori probabilitÓ di essere distribuito in Italia se magari avesse riscosso pi¨ successo al festival.

Sollevo curiositÓ per tutti quanti stamattina, incrociandomi, mi hanno gridato "Grande Trulli!" Cosa bisogna rispondere? Io ho provato con "Magico Alberobello!" ma mi hanno sgamato male... mah.

Infine, Ŕ stato proclamato per domani 25 Maggio uno "sciopero" dei siti internet e delle connessioni ADSL per protesta contro la legge Urbani. Io non so ancora se aderir˛ (non capisco che senso abbia proclamare uno sciopero soltanto ora... non era meglio farlo prima che il decreto venisse convertito in legge?) ma Ŕ probabile che lo faccia, ed invito voi ad interrogarvi ed informarvi in merito.

Note estemporanee di zio Lusky:
State alla larga dagli anarchici informali, gli anarchici per bene si riconoscono perché danno sempre del lei e dicono buongiorno, buonasera, prego, si accomodi, e grazie.