23/10
2003

 

Anche oggi piove, ma negli ultimi due giorni, spero, i lavori alla "mia" casa sono andati avanti.
Ieri la ditta mi ha mandato in visita alla fiera, volevo comprare un topolino (lo davano via a due soldi) ma poi ci ho ripensato. Sai mai che casini possono succedere.
Domani sciopero (?).
Cazzo, non mi ricordo piu' perche' c'era lo sciopero. Pensioni? Finanziaria? Berlusconi faccia di culo?
Non e' disinformazione, e' proprio amnesia. Comincio a pensare che i miei amici dovrebbero bere meno, i loro vuoti di memoria sono contagiosi.

Note estemporanee di zio Lusky:
State alla larga dagli anarchici informali, gli anarchici per bene si riconoscono perché danno sempre del lei e dicono buongiorno, buonasera, prego, si accomodi, e grazie.




20/10
2003

 

Piove. Puttana eva.
Non posso neanche dirmi veramente stupito, solo profondamente incazzato con qualsivoglia essere sovrannaturale preposto alla manutenzione del tempo atmosferico, dai fauni ai troni. Che io qui maledico a costo di fottermi il karma perche' anche la sfiga DEVE avere un limite.

Posso solo consolarmi (ma mai completamente) con alcuni momenti di gaudio provati nell'escursione baristica di sabato sera, come ad esempio:

Ale (protagonista della serata): vado un attimo in bagno.
Lusky: Cosa devi fare? Pipi', pupu' o baubau?
(non so in quante regioni d'Italia si possa capire). Ci sarebbero molte altre perle da raccontare, ma ho veramente i cojoni troppo storti. Lascio la parola al forum, nel caso Pornorimba si ricordi qualcosa.




17/10
2003

 

Oggi i fratelli muratori iniziano i lavori di ricostruzione della mia piu' che mai umile dimora. Ho promesso loro che, se agiranno bene e rapidamente, mi sdebitero' iscrivendomi alla massoneria.
Splenda il sole sulle loro teste e possano i loro occhi mai posarsi sulle bottiglie di vino che ho dimenticato in frigo.




16/10
2003

 

Settimana desolantemente tranquilla. Puff... Se solo iniziassero i lavori per ricostruire casa mia, ho una voglia davvero schifosa di tornarci. Nel frattempo mi consolo con le dotte dissertazioni di Celarent sulla fisica quantistica, che mi hanno costretto ad includere l'elusivo gatto di Sch÷dinger tra i miei oggetti del desiderio.
Invece il gatto della mia ragazza sta guarendo, anche se probabilmente si e' rotto la coda. Chissa' se con un po' di Viagraů




14/10
2003

 

Ho sempre pensato che prendere in giro e deridere una bestiola ferita fosse un gesto ignobile e crudele.
Di fatto ora so che l'eccezione e' rappresentata dall'orrido gatto della mia ragazza, tornato fisicamente al collasso da una misteriosa missione oltre cortina: artigli spezzati, travaso polmonare, coda infranta ed ammaccamenti vari. Secondo un reportage di Verissimo avrebbe fermato con le zampe nude un autoarticolato della CIA che stava per travolgere un autobus tra i cui passeggeri c'erano Bin Laden e Saddam Hussein, nei pressi di Bratislava.
Scongiurato il pericolo di vita grazie al pronto intervento del dr. Dorian, nel mio cuoricino la compassione e' stata sostituita dalla brama di vendetta. Per troppo tempo quella belva infame mi ha trattato come uno squatter nel suo territorio, snobbandomi e trattandomi con condiscendenza.
Ora lo vedo finalmente strisciare ai miei piedi, supplicandomi per un po' di croccantini, o cercando di corrompermi perche' lo faccia uscire contravvenendo agli ordini medici. La mattina, prima che le mie coinquiline si alzino, e' completamente alla mia merce', finalmente succube dell'autorita' conferitami dalla legge dell'evoluzione! Ed io godo, godo, godo! AhAhAhAhAhAhAHAHAH!

Mi auto-propongo per l'internamento in un ospedale psichiatrico.




13/10
2003

 

Domenica ancora all'insegna del mal di testa. Neno deduce che il mio mal di testa deriva dallo stress e tenta di farmelo passare tramite meditazione new age.
Nobile intento di cui lo ringrazio, ma dopo dieci minuti di musicaccia ed incenso mi sarei aperto i chakra a pugnalate.

Aggiungo tra gli articoli alcune osservazioni su The Dreamers di Bertolucci, sulle quali aspetto eventualmente commenti.




10/10
2003

 

God bless the pill.

And now, just from the black pit of memories:

Lusky: ...pero' alla fine uscire ad ubriacarmi, vomitare nel cesso del bar, e' bello, mi ricorda quand'eravamo giovani.
Neno: Piuttosto il giorno dopo mi ha fatto ricordare quanto sono vecchio.




10/10
2003

 

Mal di testa. Urge ricorrere pillola magica.




9/10
2003

 

Air Action? E questa cosa sarebbe, una specie di messaggio subliminale a carattere sessuale?
Continuo ad aspettare con ansia la fine del mondo.

Ancora no...

Forse ora...

Per il momento niente da fare. OK, in attesa che la fine del mondo arrivi il Movimento Autoreferenziale Digitale ne approfitta per un comunicato ufficiale alla direzione di Rai3:
"Che non succeda mai piu', mai piu', mai piu' che evitiate di trasmettere un episodio di Corto Maltese per lasciare spazio ad una partita di ciclismo. Altrimenti scatta lo sciopero del canone.*"
Fine del comunicato, io aspetto ancora.

* In realta' la minaccia contenuta nel comunicato non e' realizzabile, in quanto attualmente lo 0% degli appartenenti al Movimento Autoreferenziale Digitale paga il canone. Questo soprattutto perche' lo 0% di loro possiede un televisore. La visione di Report, Scrubs e Corto Maltese e' consentita solo dal fatto chel il 100% degli appartenenti al M.A.D. vive attualmente in casa altrui** a causa di un'eccessiva sollecitazione delle molecole di gas contenute nell'appartamento attiguo.

** Nella casa altrui non si paga comunque il canone per motivi ideologici.




7/10
2003

 

La notte dormo sempre male. Potessi almeno scegliere quello che sogno, almeno mentre dormo sarei sereno.
Dormissi di piu', sognassi meglio. Niente da fare: dormo poco e quel poco lo passo a fare brutti sogni. Sogni che quasi sempre mi annunciano che la stasi sta per finire e la dinamica misteriosa della sfiga sta per intersecare ancora la mia vita.
Poi e' chiaro che uno si sveglia e scrive un articolo come quello che ho scritto oggi. Non vi dico di leggerlo, per molti sara' una palla; ma siccome a qualcuno magari interessa lo pubblico comunque. Al massimo fate come facciamo con Nello: leggete le prime cinque righe e poi lasciate stare, tanto anch'io (come Nello) sono sportivo e non me la prendo.
Ah, e' scritto in italiano, quindi il paragone con Nello e' finito (o almeno spero).

E se l'articolo vi ha lasciato la bocca amara, vi ho aggiunto (a sinistra) il link verso il sito di The Boondocks.