16/12
2003

 

Dopo aver visto "La meglio gioventu'" faccio due soli commenti:
1) bella la scena del suicidio di Alessio Boni;
2) qualche attore ce l'abbiamo, adesso cerchiamo di cavare fuori qualche regista e di metterli assieme.

Note estemporanee di zio Lusky:
State alla larga dagli anarchici informali, gli anarchici per bene si riconoscono perché danno sempre del lei e dicono buongiorno, buonasera, prego, si accomodi, e grazie.




15/12
2003

 

I tre moschettieri Pierbulus e Alberto Nello Prosecchi PornoRambo esprime la sua ammirazione per la protesta degli studenti berlinesi That's love Lusky e Alberto




Sono terrorizzato dall'idea che Saddam usi la sua unica telefonata per chiamare me.

[Black pit of memories: ON]
Domenica 14 Dicembre 2003:

Lusky: Ho sentito che hanno preso il tuo capo.
Manuel: Gia', quest'anno niente tredicesima. E' un peccato perche' gli avevo anche gia' preso il regalo per natale.
Lusky: Che cos'era?
Manuel: Un rasoio da barba.
Lusky: Abbiamo avuto la stessa idea.
Manuel: Che peccato, un regalo doppio. Vabbe' che comunque ne ha bisogno...
Lusky: Dici che gli americani ci lasceranno consegnarglieli?
Manuel: Non credo.
[Black pit of memories: OFF]




11/12
2003

 

PornoRambo Considerando variabili* e costanti**, mi rincuora sapere che dopo tutti questi anni, con grande coraggio ed onesta', riprendono le indagini per la morte del banchiere Calvi.

Con il savoir faire che lo distingue, berlusconi ha giurato sulla testa dei propri confratelli che i governi precedenti possono anche essersi macchiati di complicita', ma questa volta quel brutto ceffo di Vincent Corleone non se la cavera' a buon mercato.


* Chi c'e' al governo, l'atteggiamento che tiene nei confronti di processi e magistratura ed i suoi trascorsi con alcuni dei p2ersonaggi coinvolti.

** Il fatto che in Italia non vengono mai risolti misteri di questa portata.




10/12
2003

 

Ieri ho portato la macchina dal meccanico. Ora lui ha storielle da raccontare con le lacrime agli occhi per i prossimi quindici anni, mentre io posso iniziare ad interessarmi agli orari degli autobus o al valore commerciale dei miei organi.

Ieri sera ho visto "Il Monaco". Certo che quest'anno il catfight va proprio forte, eh?*


* Il 40% delle visite al blog arrivate dai motori di ricerca contenevano il termine "catfight", ed io continuo a ripeterlo perche' voglio essere sicuro che questa peculiarita' persista.




9/12
2003

 

Sto pensando a qualche modifica tecnica per il sito, su richiesta di quell'infame spaccaballe di Pornorambo. Come sempre pero' io faccio le modifiche e voi il testing, quindi se vedete bug o cose strane segnalatemelo.

In secondo luogo, due osservazioni sparse raccolte durante il weekend:
1) Qualcuno, per favore, dica a Michael Moore che il suo fratellino da molti anni creduto disperso e' ancora vivo, abita in Nuova Zelanda e si fa chiamare Peter Jackson. E se lo sapeva gia', che la smettano con questa commedia di fingersi non imparentati.
2) Se Luigi Lo Cascio (o come cascio si scrive) fosse nato in america si chiamerebbe Al Pacino.




5/12
2003

 

Io AMO quest'uomo e voglio che il mondo lo sappia!!! Lo amo e non me ne vergogno! Lo amo! 
Ah no, non e' lui. E' un altro uomo, pero' ci somiglia.
Mmm... neanche tanto. Una suora suona il mio campanello alle sei di questa mattina. Mi affaccio alla soglia vestito solo dei boxer "Satan Inside" e getto uno sguardo perplesso alla berlina nera del '29 parcheggiata al cancello.

Il pinguino sta raccogliendo firme a nome della curia per mettere al rogo la Principessa Bandolina. Le motivazioni: ubriachezza molesta, uso di sostanze stupefacenti, blasfemia, infanticidio di massa e pratiche sessuali non contemplate dal diritto canonico. Tutto questo su suolo consacrato.

Tra i firmatari scorgo con rammarico il nome del mio conoscente Pierbulus, che in cambio ha ottenuto un'indulgenza per i peccati commessi tra il '95 ed il '98: riducendo cosi' a sei millenni il tempo da scontare in purgatorio.

Chiedo se veramente possono fare una cosa del genere (quella "X" sara' la firma di PornoRambo? E' valida?). La suora, con un sorriso scaltro sul muso topino, mi mostra la fotocopia di una bolla papale del '367 che autorizza la condanna al rogo con almeno 45 firme. Nel caso della Principessa siamo gia' ad 82 ma la raccolta prosegue per rientrare anche nelle norme UE (non si sa mai).

Mi pungo il polpastrello dell'indice con uno spillo e schizzo una goccia di sangue negli occhi della suora, che subito si porta le mani al volto ed inizia ad urlare mentre la carne si scioglie tra sibili di vapore rossastro. Raccolgo i fogli con le firme e li intasco (potrebbero sempre tornare utili) aspettando che il pinguino si riduca ad una poltiglia sanguinante, poi metto fuori il gatto che non mangia da ieri sera e torno in casa.

La Principessa Bandolina e' salva, forse.
Dalla finestra vedo la berlina nera del '29 allontanarsi silenziosamente. Chissa', magari se non fossero venuti proprio alle sei del mattino non mi avrebbero trovato cosi' di cattivo umore.




4/12
2003

 

Mmm... magari i post in Silvorin li comincio domani, per il momento beccatevi questa recensione di "La Citta' Incantata" di Miyazaki, nota anche come "Spirited Away". Diro' solo che questa recensione vuole essere un omaggio, ma che dico!, un tributo ad un noto critico che collabora spesso con questo blog. A voi scoprire quale.




3/12
2003

 

Sabato ho visto l'edizione estesa de "Le Due Torri" e l'esaltazione mi spinge a prepararmi in maniera adeguata all'uscita de "Il Ritorno del Re" a fine Gennaio. Come prima cosa ho gettato via i miei abiti civili ed ho ripreso a vestirmi da orchetto - non si nota la differenza; in secondo luogo da domani questo blog sara' scritto esclusivamente in Sindarin (forse questo e' il principio attivo della salvia... comunque avete capito); infine leggero' di nuovo il libro questa volta in una lingua che non conosco per farlo durare piu' a lungo.
E per rompere la schematicita' del post, una citazione cosi' a memoria per darvi prova del mio eccessivo entusiasmo (noto come "la scimmia"):

Faramir: Questa guerra ci fara' tutti cadaveri.

Domani con un po' di culo vi posto tutto il monologo.




1/12
2003

 

Sono sempre stato scettico nei confronti di paranoie, teorie del complotto e grida al regime; del resto, il Movimento Autoreferenziale Digitale e' per statuto equidistante dai governi di democrazia borghese, considerandoli in se' ormai parimenti antidemocratici e prendendone in esame solo gli atti concreti. Ma ora si prospetta all'orizzonte una svolta.

Compagn*, dopo aver preso atto:

- dei recenti episodi di censura in RAI;
- del sostanziale silenzio che circonda la ricostituzione di un partito fascista ad opera della Mussolini;
- delle odiose denunce da parte del clero veneziano nei confronti di alcune nostre simpatizzanti ubriache;
- del giro di vite contro il consumo di stupefacenti light nel nostro gia' troppo triste borgo natio;
- del ritardo sistematico nella ricostruzione della sede del Movimento a Villa Gelida;

il Movimento Autoreferenziale Digitale riconosce la situazione di crisi attuale della societa' italiana ed in particolare scledense, denuncia il ricompattarsi delle forze conservatrici tutte su posizioni fasciobastarde ed invita gli appartenenti ad assumere lo stato di preallerta rivoluzionaria, autorizzando con questo la lettura, previa rottura del sigillo in ceralacca, delle istruzioni del caso contenute nei plichi 26A ("Come sostituire Maria Juana con la piu' legale salvia") e 666bis ("Come privare le suore della propria identita' e costringerle a lavorare come muratrici in nero - 'in nero' e' un doppio senso").

Tutto questo in attesa di ulteriori sviluppi che la salvia ci impedira' di riconoscere.

P.S.: Con sommo orgoglio pubblico la recensione di "C'era una volta in messico" scritta questa volta da Celarent.




28/11
2003

 

Intercettata una telefonata tra un noto politico italiano ed una sua (ex?) compagna di partito. In esclusiva per i lettori di M.A.D. Blog:

G.F.: Dai Ale... sei ancora arrabbiata?
A.M.: Certo che sono arrabbiata, lo sai che se mi vuoi bene devi accettare anche la mia famiglia!
G.F.: Io voglio bene alla tua famiglia. Quel musicista e' un bravo ragazzo, ad esempio. Ma il nonno e'... e'... imbarazzante.
A.M.: Imbarazzante o no e' sempre il mio nonnino ed io gli voglio un mondo di bene, pace all'anima sua.
G.F.: Ho sempre stimato tuo nonno, Ale, lo sai. Ma ci sono persone che non lo vedono di buon occhio, sai com'era il nonno. Un caratteraccio...
A.M.: Ma quale caratteraccio, se anche il tuo amico Silvio, li', avrebbe voluto andare in vacanza con lui! Guarda Gianfry che non m'incanti piu' con le tue moine, io adesso me ne vado e non mi rivedi piu'. Non mi farai tornare indietro stavolta!
G.F.: Ale, non dire cosi'! In fondo che ho fatto? Per una frase buttata li'...
A.M.: Una frase? No, caro, e' gia' la terza o quarta volta che ti scappano frasi del genere sul nonno, sugli amici del nonno o sulle idee del nonno! Tu lo fai apposta, ecco la verita'! Non vuoi piu' che stiamo insieme e mi provochi!
G.F.: Ma no, Ale, cosa ti sei messa in testa? Sono cose che si dicono cosi', per dire... io davvero non le pensavo quelle cose, credimi...
A.M.: A me dici cosi', ma se te lo chiedono altri dici il contrario, eh?
G.F.: Basta Ale! Ho capito, sei tu che mi vuoi mollare! Te la fai con uno dei miei amici, vero? Chi e', Ignazio?
A.M.: Chi? O' scarrafone? Guarda, se proprio vuoi saperlo allora te lo dico. Io me la faccio con tutti i tuoi amici! Loro ti danno corda perche' fai tanto il boss, ma la verita' e' che loro stravedono per me... ed a loro mio nonno piace! Se faccio un fischio, rischi di essere tu quello che resta da solo, hai capito?
G.F.: Cosa? Ma chi ti credi di essere? Guarda che non ho piu' bisogno degli amici di tuo nonno! Hai capito? Ora sto con gente pulita, mi faccio nuovi amici ogni giorno!
A.M.: Si', begli amici... negri, ebrei... Piuttosto che stare con quella gente me ne vado con Pino, anche se non si cambia le mutande dal '45.
G.F.: Ma vai, vai... tanto torni sempre.
A.M.: Tu mi supplicherai di tornare!
G.F.: Piuttosto mi ci faccio un clistere, con l'acqua di Fiuggi.
A.M.: Ma vaff... fottiti, Gianfry, e salutami o' scarrafone.


Ops, sbagliato nastro. Questa era una normale telefonata d'amore tra due adolescenti.