30/4
2004

Boogiepop Phantom

L'avevo pur detto che doveva succedere qualcosa, ed infatti è accaduto che semel in anno Nello aveva ragione: Boogiepop Phantom è davvero uno dei più bei cartoni animati giapponesi degli ultimi anni. Non mi dilungherò oltre, anche perché ho già pubblicato ieri la recensione scritta da Nello... beh, magari potrei cominciare leggendola (e proseguire criticandola ;-) ).

Note estemporanee di zio Lusky:
State alla larga dagli anarchici informali, gli anarchici per bene si riconoscono perché danno sempre del lei e dicono buongiorno, buonasera, prego, si accomodi, e grazie.




29/4
2004

Ringu

Ieri sera ho finalmente visto "Ringu" di Hideo Nakata, vale a dire il film giapponese dal quale gli americani hanno tratto "The Ring". Le mie aspettative sono state fortemente contrariate, pur essendo piuttosto modeste.

Mi aspettavo che l'originale fosse migliore della copia, invece piuttosto sorprendentemente è vero il contrario: il film americano, per quanto scadente, riesce a creare una maggiore tensione calcando un po' di più sulla storia di Sadako e sulle percezioni del figlio della protagonista (Ioichi? Non so come si scrive in giapponese e non mi ricordo come si chiamasse nella versione americana). Quello giapponese fa un po' più paura all'inizio, credo, ma più si avvicina al finale più sembra affrettato e sdentato.

Non ho grandi speranze che il resto della quadrilogia, in attesa sullo scaffale, si riveli migliore. Nel frattempo è stata interrotta la serie positiva avviatasi venerdì scorso con "Il Senso della Vita" dei Monty Pithon, proseguita sabato con "Caravaggio" di Jarman e confermatasi lunedì con "Zatoichi" di Kitano... questa sera mi aspetta al Cinecoso Alternativo "Boogiepop Phantom" ma essendo in trend negativo non so cosa aspettarmi.

Del resto cinque serate su sette a guardare cinema sono una coincidenza più unica che rara nella mia vita, sto sconvolgendo il mio bioritmo e qualcosa dovrà pur succedere.




28/4
2004

Reticenze

Sono stato fuori (di me) per qualche giorno, perdendo l'occasione per parlare di alcune questioni piuttosto importanti. Il 25 Aprile, per esempio, e tutta la delusione e la rabbia sofferte per l'aver visto una piazza semideserta in una città che è stata medaglia d'argento per la Resistenza. O i travagli di Menfi, già città natale di Elvis Presley ed ora banco di prova di chi si prepara a darci un futuro sudamericano. O quanto meno la partenza dell'amico Julio per NuYok (dove starà a bivaccare tre mesi per uno stage) o quella dell'amico PornoRambo per Amsterdam (dove starà solo tre giorni ma non ho dubbi che bivaccherà tutto il bivaccabile). O almeno del ritorno in nazionale di Roberto Baggio, se non altro per una serata di simpatia.

Di tutto questo e di molto altro ancora avrei voluto parlarvi nei giorni scorsi, ma neppure oggi posso affrontare questi argomenti dopo che il mio appetito è stato stroncato dalla più recente affermazione di berluschino: "Non siamo servi degli Stati Uniti, non siamo alleati sottomessi, ma siamo grandemente riconoscenti [...] per quanto hanno fatto garantendo la libertà a tutta l'Europa, perché ci hanno salvato dal comunismo, dal nazismo, dalla dittatura".

Sulla prima parte della frase si può aprire un dibattito, ma non è questo che mi ha bloccato nell'esofago le patate al rosmarino. Quello che veramente vorrei sapere è quando (e magari come) gli americani avrebbero salvato l'europa dal comunismo, una dittatura così feroce da venire ricordata addirittura prima del nazismo ed al posto del fascismo, il quale beninteso non viene neppure nominato. Ma il libro di storia che ha letto berlusconi chi l'ha scritto, bondi? Ammesso che il primo ne abbia mai letto uno e che l'altro sappia scrivere.

Vi assicuro che appena sentita questa affermazione ero convinto di aver capito male, tant'è vero che volevo riferirla come un classico esempio freudiano di malintenso. Per scrupolo ho consultato un giornale, certo di trovare scritto "fascismo" al posto di "comunismo", ma ancora una volta la realtà dei fatti supera l'incredulità. Ed ecco che allora tutte le mie riserve cadono e mi trovo costretto a cadere anch'io nelle teorie del complotto, perchè il sospetto che quest'uomo abbia in mente di combinare qualcosa di tragicamente losco non può che farsi sempre più inquietante.




26/4
2004

This brain is out of business

Please retry again later.




23/4
2004

Prendi un leghista e torturalo (ma una volta sola)*

Sempre più spesso mi sembra che la realtà e la logica tendano ad evitarsi, mentre logica e politica si trovano decisamente in rotta di collisione.

Ieri la Camera ha approvato un emendamento della lega riguardo la legge sulla tortura, secondo il quale un reato si può definire tortura solo se ripetuto nel tempo. Emendamento discutibile ed infatti io, PornoRambo e Nello (forti del nostro ruolo istituzionale di semplici cittadini) ne abbiamo discusso in serata; l'amico Porno, attingendo ragionevolmente alle sue conoscenze di diritto che sono sicuramente più estese delle nostre, ci ha fatto notare come comunque il discorso sulla reiterazione è abbastanza complesso e questo emendamento non porta ad escludere del tutto casi di tortura singoli. Inoltre, poichè una legge penale non può essere retroattiva, tutto questo non ha niente a che vedere con gli ignobili avvenimenti della caserma di Bolzaneto (come invece qualcuno ha ipotizzato). Già, perchè qualcuno afferma che questa legge sulla tortura vada ad applicarsi soprattutto alle forze dell'ordine.

Io non amo sbirri e compagnia pestante ma devo riconoscere che, per mia ingenuità, non avevo fatto alcun collegamento diretto tra la legge sulla tortura e le amabili abitudini delle cosiddette forze dell'ordine italiane. O meglio, ci avevo pure pensato ma ero giunto alla conclusione che anche questa, come le leggi precedenti, non avrebbe scalfito la loro sostanziale impunità e che ad ogni modo il collegamento pulotti (italiani)->tortura non avesse minimamente il coraggio di affacciarsi in parlamento.

Mi sbagliavo, una volta di più. Questa mattina sento al radiogiornale che la Lussana, della lega, avvalora l'emendamento approvato ieri proprio perchè "Non siamo dalla parte dei torturatori, ma non possiamo neppure stare dalla parte di chi vuole criminalizzare le forze dell'ordine". Cosa dovremmo dedurne? Che i pubblici ufficiali in italia sono soliti commettere "gravi violenze e gravi minacce nei confronti di chi e' sottoposto alla loro autorita' allo scopo di ottenere informazioni o confessioni, vere o false, o per motivi di discriminazione razziale, politica, religiosa o sessuale" ? Perchè se le forze dell'ordine fossero estranee a qualsiasi accusa di tortura, questo emendamento non sarebbe loro di nessuna utilità; affermare che invece l'emendamento serve a proteggere gli sbirri equivale ad affermare che essi torturano ma in modo non reiterato.

Sono perplesso. Ma almeno mi spiego come mai nessuno ha ancora proposto di estendere la legittima difesa, oltre che a chi minaccia la proprietà privata, anche a chi minaccia l'intelligenza dei cittadini: i parlamentari leghisti dovrebbero girare tutti con il giubbotto antiproiettile.

* Il titolo del post non va preso alla lettera, naturalmente. Tecnicamente parlando anche i leghisti hanno - sospiro - pieno diritto di esistere e di esprimere le loro opinioni (del cazzo) ed in questo trovano tutto il nostro rispetto e la nostra comprensione.




22/4
2004

Reality is a Crime

Quattro ore. Quattro ore sono un lasso di tempo assolutamente ridicolo se ti trovi ad uscire con il tuo amore appena conquistato, sono poche se ti stai ubriacando ad una festa della quale non vorresti immaginare la conclusione, sono appena sufficienti se ti devi riprendere dalla festa di cui sopra, sono fastidiose se hai finito le sigarette e non riesci a trovare nessun tabaccaio che abbia le barclay, cominciano ad essere parecchie se stai aspettando il tuo turno al banco dei formaggi del supermercato ed hai lasciato l'auto in doppia fila, potrebbero essere troppe se le presenti come la durata media delle tue prestazioni sessuali vantandoti con gli amici al bar, diventano un tormento se le passi a vedere film polacchi sottotitolati in gaelico assieme a Nello, sono decisamente un delirio se è il tempo che impieghi a realizzare e pubblicare una pagina come questa.




20/4
2004

Meteopsicosomatologia

Sospetto veramente che la precaria situazione meteorologica cominci ad influire un po' troppo sulla mia salute psicofisica. Ieri sera sono tornato a casa dal lavoro estremamente depresso senza una ragione particolare, così per tirarmi sù ho pensato di dedicarmi nuovamente al succo ACE fatto in casa. Ingredienti: arance, succo d'arancia preso al discount (non avevo abbastanza arance), limoni, carote, guaranà, peperoncino pugliese.

Ecco, non provatelo. Non fa solo schifo, fa male.

Inoltre mi si è spezzato un dente mangiando i crauti. I crauti, vi rendete conto. Non riuscirò più a guardarli con gli stessi occhi. Contemporaneamente al volto sorridente del mio dentista mi è tornato in mente che da due mesi mi rimane da pagare il conto del meccanico. E che la macchina è senza benzina.

Poi stanotte sogno di andare ad un concerto di vasco (!!!) e che vasco ipnotizza tutti noi spettatori per trasformarci in zombie divoratori di carne umana. Vasco. Non riuscirò più a guardare neppure lui con gli stessi occhi. Che con la forza spirituale di vasco penso non si riuscirebbe ad ipnotizzare neppure la foto di un ghiro impagliato.

Poi ogni tanto mi fermo e mi chiedo perchè in questo periodo sono sempre nervoso.




19/4
2004

Immagine nera

PornoRambo è tornato dai suoi dieci giorni di vacanza a palma de mallorca e barcellona, racconta di aver trovato un tempo più o meno di merda: magra consolazione per chi è rimasto a casa a sbevazzare a destra e a manca. Ora ci dovremo dare dentro per realizzare quel fotobloggo che abbiamo in mente o meglio, l'amico Porno dovrà progettare il fotobloggo - visto che si vanta di essere il creativo - ed io umile schiavo alla tastiera dovrò trasformarlo in realtà. Ci sarà da ridere conoscendo la megalomania dell'individuo, che si scontrerà inevitabilmente con la mia regola "56K per tutti": già mi immagino dialoghi surreali tipo "Ciò Lusky vorrei le foto a 1024x768 e che se le clicchi loro si ingrandiscono con effetti scia tipo matrix e circondate da un alone di fiamme in movimento ma non fiamme in 16 colori, più tipo un filmato e con il rumore delle fiamme in DTS e poi che se parli il sito ti risponde come in Lain..." ed io che lo sprango con la tastiera... poi mi viene in mente quanto ho pagato la tastiera e lo sprango con Osvaldo, il mio fedele cane virtuale in legno di quercia con borchie in piombo.

Fine settimana impegnativo. Venerdì sera al Cinecoso Alternativo c'è stata la proiezione degli ultimi sette episodi di Serial Experiments Lain accompagnata da un bottiglia di pinot, sabato festa di compleanno di castello, ieri sera festa di complenello con partecipazione più o meno prevista di mezza popolazione scledense. Sono fisicamente distrutto, ma ho buone ragioni per esserlo anche emotivamente. Ci tenete a sapere perché? Non credo proprio, ma ad ogni modo questo è un bloggo, non un fottuto confessionale.

Karma sotto le scarpe, datemi almeno un altro caffè e lo stramaledettissimo sole.

(Per sdrammatizzare la tragedia della mia vita)
From the black pit of memories:

PierBulus: Ilaria! Da quanti anni non ci vediamo!
Ilaria: Guarda che ci siamo visti la scorsa estate.
Julio: Ma Pierpaolo è come i cani, un anno dei nostri corrispondono a sette dei suoi.




16/4
2004

Let the photos talk

hairing sguardi the boondocks saints twin beers bicefalo nuyok man ojo de fuego ugo e manuel elisabetta blue eyes ma sito mona? giulia uomini alla frutta uomini e problemi gobetti arbè guinness!!! fu e gianni punkabbestia mirta e laura nello che ride bambi e pierbulus






15/4
2004

News from the world

Ancora non ho avuto tempo di preparare per il blog le foto della festa di sabato scorso. Non prendetevela a male, il fatto è che ho dovuto rileggermi "Ushio e Tora". Aaaah, sempre uno dei più bei manga che siano mai stati pubblicati... qualcuno di voi illustri ospiti ha notizie di altri fumetti creati dallo stesso autore?
Per farmi perdonare, ecco una rapida rassegna stampa delle notizie più salienti della giornata:

MILANO: trentacinque giocatori dell'inter fuggono da san siro al termine della partita e si danno alla clandestinità, progettando di emigrare in un paese straniero dove chiedere asilo politico. Uno di loro (forse Recoba) è stato fermato nottetempo al confine con la svizzera e linciato dalla folla inferocita. Solidarietà con la folla è stata espressa da tutto il mondo del calcio e dalle forze dell'ordine.

WASHINGTON: perfetta intesa tra il presidente americano Bush ed il premier israeliano Sharon per portare la democrazia in israele e palestina. Secondo gli accordi presi, la "Road Map" verrà rinominata "Wall Street" ed i bombardieri statunitensi arriveranno non appena avranno trovato abbastanza gasolio per decollare.

SCHIO: ricorre oggi il ventiquattresimo anniversario della nascita di Nello, forse il più grande critico di cinematografia ed animazione giapponese vivente tra Piazza Bao e lo Skiosko. Amiamo ricordarlo soprattutto per i suoi numerosi articoli, per il suo prezioso contributo ad uno dei primi siti critici su Neon Genesis Evangelion e per la sua capacità di applicare la forza di Coriolis agli zebedei umani mediante l'esclusivo utilizzo delle proprie capacità dialettiche.